Guida alimentare: qual è la differenza tra prodotti light, senza zuccheri e a basso contenuto di calorie ?

0

Per tutti quelli che stanno tendando di perdere peso, scegliere gli alimenti giusti per una dieta equilibrata e sana non è sempre facile. Nonostante le nozioni di base che possiamo avere riguardo gli alimenti, quando si tratta di scegliere il prodotto di qualità la scelta tra i prodotti offerti si fa difficile.


Quante volte siamo indecisi tra l’acquisto di alimenti normali e le loro versioni light, senza zucchero o a basso contenuto di calorie ? Quante volte ci siamo trovati in difficoltà nella lettura delle etichette dei prodotti? Sicuramente molto spesso.


Imparare a leggere le etichette dei prodotti e il significato delle varie diciture nutrizionali è fondamentale per fare la scelta più indicata alle nostre esigenze.


1. Come leggere le etichette degli alimenti ?


La legislazione che definisce le informazioni che devono essere presenti nelle etichette dei prodotti alimentari è comune in tutta l’Unione Europea. L’etichetta fornisce informazioni che permettono al consumatore di sapere esattamente il contenuto del prodotto in vendita.

Secondo il Regolamento in vigore (Regolamento n. 1168/2011), l’etichetta deve contenere le seguenti informazioni (tra le altre):

– Nome dell’alimento;

– Lista degli ingredienti;

– Indicazione di tutti gli ingredienti che provocano allergie o intolleranze utilizzati nella preparazione di un alimento e che continuano ad essere presenti nell’alimento prodotto, anche sotto forma differente.

– Quantità di determinati ingredienti o categorie di ingredienti;

– Quantità liquida dell’alimento;

– Durabilità minima o la data limite di consumo;

– condizioni speciali di conservazione e/o condizioni di utilizzo;

– Valori nutrizionali.

Tutti questi elementi sono importanti, ma andiamo a vedere quali sono le informazioni fondamentali da tenere in considerazione quando cerchi dei prodotti adeguati alla tua dieta:


a) Lista degli ingredienti:

Nella lista degli ingredienti di un prodotto, risultano riportati tutti gli ingredienti che lo compongono in ordine decrescente di peso. Ossia, l’ingrediente che appare al primo posto è l’ingrediente contenuto maggiormente nel prodotto.


Esempio ingredienti

Esempio lista ingredienti

Consiglio: quando hai un dubbio sulla scelta tra due o più prodotti della stessa categoria, scegli quello che contiene meno ingredienti, principalmente se si trattano di additivi.


b) Valori nutrizionali

I valori nutrizionali informano il consumatore del valore energetico del prodotto (calorie) e delle proprietà nutrizionali come: carboidrati, proteine, grassi saturi, zucchero e sale. Come informazione complementare, per esempio, vengono riportati i valori di fibre, amidi, vitamine e minerali.

I valori nutrizionali sono riportati per porzione e per 100 g o 100 ml. Oltre a questo, viene anche riportata la percentuale dei nutrienti presenti in una dose rispetto ai valori giornalieri raccomandati.

Consiglio: d’accordo con il regolamento in vigore, le dosi giornaliere raccomandate (di calorie) per un adulto sono di 8400kl/ 2000 kcal. Pertanto, se il valore energetico giornaliero è differente, per esempio perché si pratica sport, bisogna adattare le quantità alla dieta.


Esempio Valori Nutrizionali


Esempio valori nutrizionali


2. Qual è la differenza tra prodotti light, senza zucchero e a basso contenuto di calorie ?


Oltre a tutte le informazioni obbligatorie presenti nell’etichetta degli alimenti, troviamo anche altre diciture sulla caratteristica dell’alimento, come per esempio “light”, “senza zucchero”, o “a basso contenuto di calorie”, o ancora “senza grassi”. Queste affermazioni sono ulteriori indicazioni che le marche inseriscono nelle confezioni dei prodotti alimentari per attirare l’attenzione del cliente e differenziare il proprio prodotto. Chiaramente, per poter riportare tali affermazioni nei propri alimenti, i produttori devono seguire un insieme di regole imposte dall’Unione Europea e che definiscono quando un prodotto può essere venduto riportando tali diciture.

Vediamo adesso il reale significato di queste affermazioni:


a) Basso contenuto di calorie

Un alimento è a basso contenuto di calorie, quando non contiene più di 40kcal (170kJ) per 100 g di prodotto solido e più di 20 kcal (80kJ) per 100 ml nel caso di un prodotto liquido.


b) Senza calorie

Si può Affermare che un alimento è senza calorie quando il prodotto non contiene più di 4 kcal (17 kJ) /100 ml.


c) Light

Si può Affermare che un alimento è “light”, quando la riduzione del tenore calorico di uno o più nutrienti che compongono il prodotto sia almeno del 30% in meno in relazione ad un prodotto simile.


d) Senza grassi

Quando c’è scritto in etichetta “senza grassi” significa che l’alimento in questione non contiene più di 0,5 g di grassi per 100 g di prodotto o 100 ml.


e) Senza zucchero

Quando viene affermato che l’alimento è senza zucchero significa che il prodotto non contiene più dello 0,5 g di zuccheri per 100 g di prodotto o 100 ml.


f) Senza zuccheri aggiunti

Significa che non sono stati aggiunti zuccheri durante il processo di produzione dell’alimento. Nonostante tutto non significa che il prodotto non contenga zuccheri, che possono essere contenuti naturalmente negli ingredienti utilizzati per la produzione. In questo ultimo caso l’etichetta deve riportare la seguente dicitura: “contiene zuccheri naturalmente presenti”.


g) Fonte di proteine

Un alimento può essere dichiarato fonte di proteine solo quando almeno il 12% del valore energetico del prodotto è fornito da proteine.


h) Alto tenore proteico

Significa che almeno il 20% del valore energetico dell’alimento è fornito da proteine.

Adesso che abbiamo una conoscenza più approfondita delle etichette la scelta degli alimenti sarà meno complicata! Ricordiamo sempre che la cosa più importante non sono le immagine della confezione ma le informazioni che si trovano sul retrò della stessa, dunque ingredienti e valori nutrizionali!



Leggi anche:

7 errori che non bisogna commettere durante la dieta

9 miti sulla nutrizione

Cosa mangiare prima e dopo un allenamento di cardio?



Referenze:

Regolamento (CE) nº. 1924/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 20 Dicembre 2006.

Regolamento (UE) nº. 1169/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 25 Ottobre 2011.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here