Il glutine è dannoso per la salute?

0

Cosa è il glutine?

Il glutine è la combinazione di due proteine (gliadina e glutenina) che si trovano naturalmente nell’endosperma dei semi dei cereali come il grano, l’orzo o l’avena. Sono proprio queste proteine che conferiscono una consistenza elastica e viscosa alla pasta preparata con le farine che contengono il glutine.

Il glutine è presente in tutti gli alimenti composti da grano, orzo e avena. Generalmente sono alimenti che contengono glutine i biscotti, le torte, la birra e qualsiasi pasta che contiene farina di grano, come per esempio il pane o la pizza.

La quantità di alimenti che contengono glutine nella loro composizione è molto grande e non è sempre facile identificarli. Per esempio, il glutine è presente nei cereali, polpa di pomodoro, salsicce, bibite gassate, latte, yogurt tra gli altri.

Il glutine fa male?

La celiachia è una malattie autoimmune dell’intestino tenue, ed è causata da una reazione al glutine. La celiachia riguarda l’1% della popolazione mondiale. La reazione infiammatoria provoca problemi intestinali, dolori addominali, vomito e gonfiore. La cura per la celiachia è l’eliminazione totale del glutine dall’alimentazione.

I problemi di salute associati al glutine possono anche non arrivare all’estremo della celiachia ma essere comunque di una certa gravità. Negli ultimi anni si è assistito ad un aumento delle persone che riducono o eliminano il glutine dalla propria alimentazione per i problemi derivanti dalla reazione infiammatoria a questa proteina. Altri problemi possono riguardare la pelle, altri allergie e la sensazione dell’aumento della fatica.

Molti studi sono stati svolti sull’intolleranza al glutine, e ancora non è stata dimostrato un legame di causa ed effetto tra il consumo di glutine e la reazione infiammatoria dell’intestino. Nonostante tutto, molte persone che hanno eliminato il glutine nella propria dieta alimentare ne hanno tratto giovamento in termini di salute.


Consiglio: La celiachia può essere diagnosticata tramite specifici esami medici, mentre la meno grave sensibilità al glutine è difficile sta stabilire. In questo caso, per verificare se esiste una sensibilità al glutine, si può seguire una dieta senza glutine per circa un mese.


Se non si è celiaci o sensibili al glutine non c’è motivo di escludere questa proteina dall’alimentazione.

Come seguire una dieta senza glutine?

Se si è intolleranti al glutine la buona notizia è che non è la fine del mondo! Un’alimentazione senza glutine implica chiaramente il cambiamento delle abitudini, ma questo non avrà ripercussioni gravi sulla tua routine di allenamento e non verranno compromessi i risultati in palestra.

» Puoi sostituire a pasta con la quinoa e con il riso integrale.

» Puoi mangiare la fecola di patata e la mandioca.

» Carne e pesce devono essere consumati freschi.

» Puoi mangiare frutta fresca e vegetali, bisogna evitare la frutta cristallizzata.

» È possibile mangiare il mais e i suoi derivati.

» Puoi mangiare cioccolato e gelato.

» Puoi assumere gli integratori di proteine.

» In tutti gli integratori sostituti dei pasti, come le barrette proteiche verifica sempre la lista degli ingredienti e se è riportata la dicitura “senza glutine”.

» Se ti piace l’avena è possibile trovare in commercio delle marche che producono l’avena senza glutine.


Consiglio: Quando vai al supermercato verifica le etichette dei prodotti per fare la scelta giusta.


Referenze:

Schmidt, Kendall Lou, All You Need To Know About Gluten Intolerance And Celiac Disease, Settembre 2015.

Roussell, Mike, What Is Gluten And Is It Unhealthy, Febbraio 2014.

Spano, Marle, Are You A Gluten Intolerant Bodybuilder? If So, You Must Read This!, Novembre 2014.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here