6 motivi per i quali non riesci a perdere peso

0

Dimagrire può essere un processo abbastanza lungo e penoso. Ma ci sono errori che possono renderlo ancora più difficile. Lavoriamo duramente in palestra ma i risultati tardano ad arrivare? La dieta non ci permette di mangiare dolci ma sembra non funzionare? Prima di chiederci se vale la pena o meno eseguire una dieta, vediamo 6 errori che generalmente compromettono il raggiungimento dell’obiettivo.

Quelli che seguono possono essere i 6 motivi per i quali la dieta non sta dando risultati:



1. Saltare i pasti

Per dimagrire non dobbiamo smettere di mangiare. Nonostante l’opinione comune vede nel mangiare meno volte durante la giornata la soluzione per perdere peso possiamo affermare che non è così. È sicuramente vero che una dieta per dimagrire prevede la riduzione delle calorie ingerite, ma non bisogna cadere nell’errore di ingerire meno calorie con l’obiettivo di dimagrire più rapidamente e più efficacemente. Mentre è necessario fare dei pasti ogni 3 ore per mantenere il metabolismo accelerato. Una pausa grande tra i pasti rallenta il metabolismo e il corpo comincia a cercare energia dalla massa magra, proprio quella che mettiamo su con tanto sforzo in palestra.

Consiglio: calcola le tue necessità caloriche e distribuisci questo valore in 6 – 7 pasti quotidiani.



2. Arrendersi alla prima ricaduta

Seguiamo una dieta da tre settimane e abbiamo un compleanno che ci aspetta. Mangiamo e beviamo a volontà, insomma esageriamo. Il senso di colpa si fa sentire e la prima cosa che pensiamo è che abbiamo già rovinato tutto il lavoro svolto sino a quel momento, dunque ci arrendiamo. Sbagliato! In realtà un pasto poco sano, o anche una brutta giornata non può distoglierci dal nostro obiettivo. Tutti noi commettiamo degli errori. L’importante è continuare a correggere questi errori e non lasciarsi andare.

Consiglio: non bisogna entrare in panico se non si sta eseguendo il programma al 100%. Affronta l’alimentazione sana come uno stile di vita e non come un obbligo. Alimentarsi in modo sano deve essere un abitudine, ma non c’è bisogno di sentirsi giù se ogni tanto si esce fuori dal programma. Concentriamoci sempre sull’obiettivo e continuiamo!



3. Cambiare costantemente la dieta

Questo errore è molto comune tra le persone impazienti. Esistono numerose diete che promettono ottimi risultati in poco tempo, ma non esistono diete miracolose. Molte persone cambiano la dieta continuamente perché non raggiungono i risultati desiderati in 15 giorni, dunque si arriva alla conclusione che la dieta non funziona. Si arrendono e cominciano subito una nuova dieta, che verrà interrotta dopo un mese per gli stessi motivi

Se non seguiamo una dieta per il tempo sufficiente non sapremo mai se funziona oppure no, in quanto il nostro organismo impiega circa 21 giorni ad abituarsi a qualsiasi cambiamento alimentare. Dunque, dobbiamo dare al corpo il tempo per abituarsi ai cambiamenti e vedere i risultati. Questo chiaramente non significa insistere su una dieta che non si rivela appropriata per i nostri obiettivi.

Assicuriamoci che la dieta sia adeguata al proprio livello di attività fisica e obiettivo di fitness. Se pretendiamo di perdere peso ed aumentare la massa muscolare cerchiamo prima di perdere i kg di troppo. Questi due obiettivi devono essere portati avanti separatamente, in quanto esigono diete con differenti apporti di macronutrienti.

Leggi anche:È possibile aumentare la massa muscolare e perdere peso allo stesso tempo?

4. Passare da essere pigri ad essere ossessionati

Una volta deciso di cambiare la propria vita, rapidamente siamo le persone più motivate del mondo. Contiamo le calorie fino ad essere esausti e pesiamo quanti grammi di riso mangeremo a pranzo. Pensiamo che la determinazione è la chiave per il successo, ma bisogna fare attenzione a non esagerare. La disciplina è importante, ma è la forza di volontà e l’equilibrio che faranno in modo che uno stile di vita sano perduri nel tempo. L’idea di “tutto o niente” e il controllo eccessivo, portano ad un aumento dello stress e la possibilità di abbandonare la dieta aumenta. Il segreto è nell’equilibrio e nella moderazione.


5. Prolungare la cheat meal dal Venerdì a tutto il fine settimana

Il giorno del pasto libero è sicuramente un giorno atteso da chi segue una rigida dieta e soprattutto quando si è iniziato da poco e si fatica ad abbandonare le vecchie abitudini. Il pasto libero è benefico sia mentalmente sia fisicamente, in quanto da un impulso al morale e aiuta a seguire le restrizione dell’intera settimana. Ma quando l’entusiasmo del pasto libero copre tutto il fine settimana, allora si rovina tutto il lavoro svolto fino a quel momento.


6. Mantenere lo stesso programma di allenamento per un anno


Non è possibile progredire in palestra quando continuiamo ad eseguire gli stessi esercizi da più di 6 mesi. I muscoli hanno bisogno di essere stimolati con carichi sempre più pesanti per fare in modo che continuino a crescere. Quando notiamo che la nostra evoluzione in palestra arriva ad un punto di stagnazione, variamo la frequenza, l’intensità e il tempo degli esercizi per riuscire ad approfittare del tempo dedicato agli allenamenti. Il programma di allenamento deve essere cambiato progressivamente per evitare il rischi di contrarre lesioni.

Leggi anche: Quando cambiare il programma di allenamento?

Adesso che abbiamo capito quali sono gli errori che possono pregiudicare la perdita di peso, nel caso in cui fosse necessario possiamo correggerli e cominciare ad ottenere risultati.


Referenze:

Baymiller, Karina, Fat-Loss Facts: 7 Common Dieting Mistakes, Luglio 2014.

Sessions, Karen, Six Bodybuilding Diet Mistakes, Luglio 2004.

Davis, Kellie, 5 Dieting Mistakes You Must Avoid, Agosto 2014.

Rivera, Hugo, 5 Common Bodybuilding Dieting Mistakes.

Clark, Shannon, Diet Mistakes – Avoid These 7 Diet Trapdoors, Novembre 2011.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here